Festival giornalismo Perugia 2012: aboliamo l'Ordine dei Giornalisti o no?

Scritto da: -

Al Festival un interessante dibattito tra pubblico e relatori: vertici dell'Ordine dei Giornalisti, della Federazione Nazionale Stampa Italiana, giornalisti professionisti e freelance

abolire-ordine-festival.jpgMolto interessante il dibattito organizzato in collaborazione con Radio Popolare Roma dal titolo “Abolire l’Ordine?” con Giancarlo Ghirra dell’OdG, Roberto Natale presidente FNSI, Alessandro Gilioli dell’Espresso, Ciro Pellegrino giornalista freelance e poi Matteo Marchetti e Luca Sappino di Radio Popolare Roma.

Resiste ancora l’Ordine dei Giornalisti: il suo scopo è la tutela della deontologia e del decoro professionale, ma chiunque abbia lavorato come stagista o come freelance sa che il sistema non funziona. Il sindacato della Federazione Nazionale Stampa Italiana finisce spesso per essere un doppione dell’Ordine. Tra proposte di equo compenso e le denunce dei precari che cominciano a organizzarsi da sé, ci si chiede se non sarebbe meglio abolirlo.

Ecco qualcuna delle considerazioni emerse dal dibattito:

  • L’Ordine è migliore nei fatti e nella sostanza che nella sua immagine” Roberto Natale presidente FNSI.
  • Ci vuole più Ordine non meno Ordine, perché in questo Paese i conflitti di interesse stanno crescendo, non diminuendo” Giancarlo Ghirra dell’OdG

Il giornalista Carlo Gubitosa ha posto dal pubblico una domanda relativa all’accesso all’OdG: “il titolo di studio obbligatorio è una contraddizione: io ho 41 anni e non vado a fare la scuola di giornalismo. È possibile per chi ha già imparato il mestiere per strada o non ha soldi per fare la scuola, che il direttore si assuma la responsabilità legale di dire ‘questo è un giornalista’?
Roberto Natale presidente FNSI ha risposto “anche la strada è una parte della scuola“, mentre Ghirra dell’OdG ha detto “molte scuole sono state chiuse proprio per questo motivo. Non è più tempo di scherzare“.

Il contributo di Alessandro Gilioli è lapidario: “Negli ultimi dieci anni il recinto dei giornalisti è caduto. L’OdG fa la guardia a un recinto che non c’è più: è una cosa di due secoli fa. Aboliamo il dazio comunale, la lotta alle streghe, il reato di esercizio abusivo della professione giornalistica“.

Un po’ meno drastico Ciro Pellegrino: “Prima di abolire l’OdG io voglio una riforma, altrimenti con o senza è uguale. Per imparare a fare i giornalisti ci vogliono la schiena dritta e le palle quadrate“.
Una domanda molto interessante della giornalista Francesca Fornario (dal pubblico) è rimasta senza risposta: “Ma che senso ha l’esame per entrare all’OdG se scopiazzano tutti nei bagni?

 

Seguite Reporters di Blogosfere anche su Twitter via @kindlerya

LINK UTILI

Festival giornalismo Perugia 2012: la rivista East racconta la Cina oggi

Festival giornalismo 2012: da Severino a Gilioli e Facci, dibattito sul web

Festival giornalismo Perugia 2012: intervista a Bruno Vespa su L’Aquila

Festival giornalismo Perugia 2012: giornalisti esiliati e rifugiati politici

Festival giornalismo Perugia 2012: donne e media in Italia

Fotogiornalismo: le mostre del Festival Internazionale del Giornalismo a Perugia

Vota l'articolo:
3.58 su 5.00 basato su 19 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Reporters.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano