Giustizia per Aldovrandi: la mamma di Federico insultata dai condannati su Facebook

Scritto da: -

Sul gruppo Facebook "Prima Difesa" sono stati scritti dei commenti molto offensivi contro la mamma del ragazzo ucciso: tra gli autori dei post uno dei poliziotti condannati

polizia-aldovrandi.jpg Il danno e la beffa.
La sentenza della Cassazione del 21 giugno ha confermato le condanne a 3 anni e 6 mesi per Monica Segatto, Enzo Pontani, Paolo Forlani e Luca Pollastri accusati dell’omicidio colposo, per eccesso dei mezzi di contenimento, dello studente ferrarese Federico Aldovrandi.

Ma non era abbastanza per Patrizia Moretti, la madre del ragazzo, che ha dovuto anche subire gli insulti online delle forze dell’ordine.

La signora ha infatti presentato ai carabinieri di Ferrara una querela per diffamazione e qualunque altro reato che sia ravvisabile contro il gruppo-associazione ‘Prima Difesa’ che gestisce una pagina Facebook, su cui è stato scritto: “Avete sentito la mamma di Aldrovandi… fermate questo scempio per Dio, vuole che i 4 poliziotti vadano in carcere… io sono una bestia“.

Ed ecco uno dei commenti-insulti di Paolo Forlani, uno dei 4 agenti condannati per la morte del giovane (foto: Infophoto): “Che  faccia da c… aveva sul tg, una falsa e ipocrita, spero che i soldi che ha avuto ingiustamente possa non goderseli come vorrebbe, adesso non sto più zitto dico quello che penso e scarico la rabbia di sette anni di ingiustizie“.

Per “i soldi che ha avuto ingiustamente” si fa riferimento ai due milioni di euro risarciti dal ministero degli Interni alla famiglia Aldrovandi, ma come può del denaro risarcire una madre che ha perso suo figlio?

Nella pagina Facebook è stato tutto cancellato e il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri ha disposto l’immediato avvio di un procedimento disciplinare per sanzionare l’autore del gravissimo gesto.
LINK UTILI

Sentenza Aldrovandi: eccesso colposo in omicidio colposo

Federico Aldrovandi, quei manganelli spezzati e spariti: ci sarà giustizia?

No Tav Val di Susa: la lettera di Massimo, il carabiniere dall’altra parte della barricata

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 12 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Reporters.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano